Amici 11 serale, Luca Dondoni commenta l’esibizione di Alessandra Amoroso e critica Luca e Paolo

Amici 11, Luca Dondoni – Luca Dondoni commenta, su La Stampa, la seconda puntata del serale di Amici 11. Il critico musicale si sofferma in particolar modo sull’esibizione di Alessandra Amoroso, la quale ha fatto emozionare anche Sharon Stone, ospite del talent show. “La seconda puntata si ricorderà soprattutto per le lacrime di Sharon Stone. Lacrime sincere, sgorgate da occhi che, immaginiamo, nel mondo dello spettacolo hanno visto ben più che l’esibizione di giovani virgulti canterini”, scrive Luca Dondoni. “Il fatto è che sabato la Stone non si è emozionata per un virgulto qualunque. Alessandra Amoroso si è infatti esibita con una If you don’t know me by know con tanto di coro gospel alle spalle da far impallidire tante delle versioni che io stesso (e ne ho ascoltate tante) ho ascoltato in questi anni anni”, aggiunge poi il critico. “La versione che avete ascoltato cantata dal virgulto salentino è andata oltre. Alessandra ci ha messo molto, tanto del suo facendo diventare If you… una cosa sua. Ed è questo quello che deve fare un buon interprete”, dice ancora Luca Dondoni.

Luca Dondoni vs Luca e Paolo – Luca Dondoni si sofferma a commentare anche lo sketch di Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. “Chiediamo: ma dopo che ne è venuta bene una al Sanremo di due anni fa, ogni volta che Bizzarri e Kessisoglu si presentano in un programma cantano ancora la solita e melensa canzoncina satirica e, a seguire, pigliano per i fondelli i malcapitati che si parano davanti al loro muso con battute di dubbio giusto?”, scrive il critico musicale a proposito dell’esibizione dei due ex conduttori de Le Iene Show. “Quale sarebbe oggi la ‘cifra’ comica di questi signori? Giusto per sapere, poiché l’altra sera la pochezza della canzoncina e la bassezza delle battute ci ha fatto sperare che per un motivo qualsiasi arrivasse al più presto la pubblicità, prosegue ancora, per poi concludere: ” Gli servirebbe una ricalibratura dei testi e soprattuto qualche idea. Nuova”.

Laura Errico