Morte di Whitney Houston: la polizia di Beverly Hills diffonde la telefonata al 911

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:51

Un drammatico minuto – E’ stata la polizia di Beverly Hills a diffondere la registrazione telefonica con cui, il giorno della morte di Whitney Houston, è stata data l’allerta al 911. Una telefonata concitata partita dalla guardia di sicurezza dell’hotel “Beverly Hilton” di Beverly Hills, dove la Houston si trovata in attesa della cerimonia di premiazione dei Grammy Awards, a cui avrebbe dovuto prendere parte. Un minuto di registrazione, un resoconto breve ma significativo di quei drammatici momenti. La stessa guardia informa l’operatore del 911: “Ho trovato in bagno una donna di circa 46 anni. E’ caduta, o era, nella vasca da bagno”. Poi aggiunge: “Prima non respirava, non so se ora abbia ripreso a respirare”.

 

Mix letale di alcool, farmaci e droga – La cantante, come noto, è deceduta lo scorso 11 febbraio nella vasca da bagno della sua stanza d’albergo a causa di un arresto cardiaco. Le motivazioni dell’infarto sono probabilmente da ricondurre ad un mix letale di alcool, farmaci e droga di cui la cantante avrebbe fatto uso. Di fatto l’esame tossicologico sul corpo della Houston ha evidenziato la presenza di marijuana e farmaci nel suo sangue. Presenza ritenuta comunque irrilevante ai fini della sua morte, ritenuta “accidentale”, e causata per lo più – a detta dei medici – da una malattia cardiaca (aterosclerosi, da cui la cantante era affetta) e da un “uso cronico di cocaina”.

 

Roberto Del Bove

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!