Napolitano: Tornato l’inverno anche sui mercati

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha tradito grande apprensione nel corso della cerimonia svoltasi ieri al Quirinale per la presentazione del progetto: “Gse, energie per il sociale“. Nel suo intervento, il capo dello Stato ha riportato l’attenzione sui dati economici poco incoraggianti, che continuano a certificare la crisi recessiva e a documentare la dilagante disoccupazione, soprattutto tra i giovani.

Non basta parlare – Non basta parlare di crisi per superarla. E’ questo, in sintesi, il messaggio consegnato ieri da Giorgio Napolitano agli invitati del Colle giunti per battezzare il progetto sulle energie sociali. “Dovrebbe essere chiaro – ha detto un po’ insolentito il capo dello Stato – che non basta invocare la crescita, attraverso una retorica quotidiana talvolta un po’ fastidiosa e vacuamente polemica, come se ci fossero delle sordità su questo tema”.

L’inverno sui mercati – “Si può avere crescita – ha spiegato l’inquilino del Colle – soltanto attraverso una molteplicità di azioni pubbliche, di impegni di impresa, di forme di mobilitazione delle energie produttive, lavorative e sociali”. Un invito all’unione considerata l’unica via d’uscita percorribile. “I dati economici sono allarmanti, inquietanti, non solo per l’Italia, ma per tutta l’Europa – ha rincarato Giorgio Napolitano – Stiamo vivendo un breve ritorno di clima piuttosto invernale anche sui mercati, che speriamo possa essere rapidamente superato”. “C’è urgente bisogno – ha osservato il presidente della Repubblica – di dare maggiore attenzione all’aggravarsi del disagio sociale delle famiglie, all’aumento e al rischio di povertà” e di destinare maggior impegno alla lotta contro “la disoccupazione e l’inoccupazione, soprattutto giovanile”.

Maria Saporito