Serie A, Inter-Siena 2-1: D’Agostino illude, Milito la vince

Serie A, Inter-Siena 2-1 – Ci pensa lui, come sempre in quest’ultimo periodo e come spesso quest’anno: Milito sigla una doppietta e trascina l’Inter alla vittoria per 2-1 sul Siena, permettendo ai nerazzurri di continuare a sperare nel terzo posto, grazie anche ai passi falsi di Lazio, Napoli e Udinese. E proprio lo scontro con i friulani, nell’anticipo di sabato, sarà un crocevia fondamentale per la stagione nerazzurra. Il Siena, invece, passato in vantaggio dopo pochi minuti, ha impensierito e non poco la truppa di Stramaccioni ma non ha sfruttato un paio di contropiede che avrebbero potuto dare un esito diverso ad un incontro che, comunque, i padroni di casa hanno meritato di portare a casa, se non altro per la mole di gioco prodotta.

D’Agostino a freddo, Milito sul rimpallo – L’Inter parte arrembante e aggressiva ma è il Siena, dopo 7′, a passare: Samuel perde palla da ultimo uomo e da il via al contropiede dei toscani: Julio Cesar salva su Destro prima e su Brienza poi, ma nulla può sulla conclusione di D’Agostino. Il gol a freddo non scompone i nerazzurri, che producono tanto gioco ma non riescono a pungere: ci prova Milito, prima di testa (palla larga) e poi di piede (para Pegolo), nel mezzo una rete di Cambiasso viene annullata per un’evidente carica sul portiere. Il Siena ha una buona chance ma Brienza non sfrutta a dovere il 2 contro 1, con Samuel (che di lì a poco uscirà per infortunio) che salva con un intervento prodigioso. Al minuto 42 l’Inter trova il pari: il calcio d’angolo di Alvarez viene svirgolato da Pesoli che serve, involontariamente, un assist preciso per Milito che insacca da due passi.  

Milito non sbaglia dal dischetto – Nella ripresa i nerazzurri aumentano l’intensità, salgono di tono anche Zarate e Alvarez. E proprio su una conclusione del numero 11, non trattenuta da Pegolo, Milito fallisce il tap-in da pochi passi, contrastato da Pesoli. Ci prova Stankovic dalla distanza, ma il portiere senese blocca con sicurezza. Un paio di azioni manovrate portano l’Inter vicina al vantaggio: Milito libera di tacco Obi che serve Cambiasso, che preso in controtempo calcia male; poi due cross di Alvarez e Zarate non raggiungono i compagni in area di rigore. Il Siena fa capolino dalle parti di Julio Cesar ma Destro e Gonzalez non riescono ad essere precisi come vorrebbero. A 9′ dal termine, una discesa di Nagatomo viene fermata con le cattive da Mannini: rigore che Milito trasforma con freddezza, raggiungendo quota 20 in campionato e regalando 3 punti preziosi all’Inter, con la rincorsa Champions che continua. Con un po’ più di speranze.

Edoardo Cozza