Basket, Serie A: nel recupero Cantù batte Siena all’overtime(95-94)

Basket, Serie A-  Sono due tiri liberi di Andrea Cinciarini a decretare la vittoria della Bennet Cantù su Siena(95-94) nel recupero della nona giornata di ritorno, andato in scena questa sera al Pianella, parquet di casa della squadra brianzola. Per la prima volta in stagione, quindi, la squadra di Trinchieri riesce nell’impresa di battere i campioni d’Italia, agganciandoli temporaneamente in classifica, anche se i toscani devono ancora recuperare l’incontro casalingo con Avellino, in programma giovedì prossimo. Grazie ad una buona distribuzione offensiva, nel primo quarto Siena riesce anche ad allungare(11-18), salvo subire, però, già nel finale di parziale, un clamoroso 12-0 che porta la firma di Leunen e Brunner(cinque punti ciascuno), che consente ai padroni di casa di chiudere la prima frazione sul 23-18. Con le triple dei suoi lunghi Andersen e Lavrinovic, la Mps trova anche la forza di risalire dal -8(due bombe di Basile) e tornare in vantaggio, ma prima due volte Leunen e poi lo specialista Mazzarino puniscono dall’arco e a metà partita la Bennet conduce ancora 46-40.

Reazione senese- Ancora Mazzarino dai 6.75 porta i suoi anche a +9(55-46), ma l’esperienza e la solidità di Siena frenano ogni tentativo di fuga, con un parziale di 18-3 firmato dai giocatori più esperti del quintetto tricolore, fino al 58-64 ospite, tamponato parzialmente dalla tripla di Basile con cui Cantù si tiene ancora a contatto all’ultimo intervallo. Quando a metà della quarta frazione Siena è a +7(67-74) davvero la vittoria sembra cosa fatta, ma probabilmente i biancoverdi rivedono i fantasmi dei finali di gara del quarto con l’Olympiacos, riuscendo pian piano a rovinare quanto di buono costruito dall’intervallo in poi. Il duello tra Basile e Mc Calebb infiamma il finale, col play macedone di passaporto che facendo 1/2 dalla lunetta tiene ancora avanti i suoi sull’81-80. Sul capovolgimento di fronte trema anche la mano di Markoishvili, che imitando l’avversario segna un solo libero per la parità, senza che nè Perkins Leunen, riescano a convertire i rimbalzi offensivi conquistati e regalare la vittoria a Cantù già nei regolamentari: 81 pari e discorso rinviato all’overtime.

Italiani decisivi- La bomba di Perkins(88-83) lancia i brianzoli, ma è Carraretto ad ergersi a protagonista del prolungamento, con due liberi ed una tripla che riportano in vantaggio Siena(89-90). Lavrinovic e Mc Calebb sembrano congelare la vittoria(91-94) ma Cantù non muore mai. Perkins segna il nono punto del suo supplementare, mentre Rakocevic sbaglia da tre sull’altro  fronte mentre Carraretto commette fallo su Cinciarini. Il play di casa non sbaglia e dalla lunetta regala a Cantù la vittoria, col grande rammarico che un simile spettacolo non sia stato offerto agli spettatori, a causa di una diretta tv che Raisport ha fatto saltare solo poche ore prima della palla a due.

Donatello Viggiano