Il ritorno di Lavitola: lunedì in Italia

La nostalgia deve avere avuto alla fine la meglio. Secondo quanto riferito ieri dall’Ansa, Valter Lavitola, il noto faccendiere già direttore dell’Avanti!, coinvolto nell’inchiesta sul caso Tarantini, avrebbe deciso di rientrare in Italia, dove ad attenderlo troverà i magistrati.

Walter is back – In Argentina, ultima tappa della sua latitanza sudamericana durata quasi 8 mesi, l’ex direttore dell’Avanti!, Valter Lavitola avrebbe maturato la scelta più difficile: quella di preparare i bagagli per rientrare in Italia. L’imprenditore ittico, balzato agli onori della cronaca per l’appartenenza al “cerchio magico” di Silvio Berlusconi e per aver oliato i turbolenti contatti tra il Cavaliere e Giampi Tarantini, ha alla fine deciso di consegnarsi ai magistrati.

I segreti in una cassaforte – A riferirlo è stata ieri l’agenzia di stampa Ansa, informata da una fonte considerata vicinissima al faccendiere che domenica dovrebbe salire su un volo Alitalia che lo riporterà lunedì in patria. A comunicare ai giudici l’atteso ritorno di Lavitola sarebbero stati i suoi legali, con i quali il giornalista radiato si sarebbe lungamente consultato  prima di giungere alla decisione finale. Secondo quanto riportato dall’Ansa, inoltre, l’imprenditore vicino all’ex premier avrebbe compilato un dossier sui suoi trascorsi in Italia che avrebbe provveduto a rinchiudere in una cassaforte.

Maria Saporito