Basket, Serie A: la presentazione della 29^giornata

Basket, Serie A- Appena tre giorni dopo l’impresa con Siena, non c’è respiro per la Bennet Cantù. Raggiunta, anche se solo momentaneamente, la vetta ma soprattutto blindato il secondo posto, sulla strada della squadra di Trinchieri c’è, nel posticipo di domani, il derby di Milano.  Si parte dal +25 dei brianzoli della gara d’andata, buon margine da difendere per avvicinare ulteriormente la conquista in griglia playoff della seconda piazza. Dopo la sconfitta di Cantù, c’è il più classico dei testa-coda sulla strada della capolista Siena, che fa visita alla cenerentola Casale Monferrato: occasione ghiotta dopo il turno di riposo e la sconfitta di giovedì per tornare a vincere in campionato. Il programma si apre con l’anticipo odierno(16.10) molto interessante in chiave-playoff tra Varese e Scavolini, divise da quattro punti in classifica a favore dei marchigiani, in un match che ha fondamentale rilevanza di classifica per entrambe. Detto del derby lombardo, c’è ancora il Palaverde sulla strada della Virtus Bologna. Dopo la sconfitta di lunedì contro Venezia, stavolta i bianconeri fanno visita alla Benetton, squadra che a Villorba è di casa, in un incontro che vale soprattutto per la squadra di Finelli, chiamata a non perdere ulteriore contatto dalla zona alta della classifica.

Posticipo del lunedì a Roma-  Si gioca lunedì, invece, il match di Viale Tiziano tra Roma e Teramo, di sicuro fra i più interessanti della giornata in quanto entrambe le squadre cercano punti importanti per continuare a coltivare le rispettive ambizioni, di playoff per i padroni di casa, di salvezza per la squadra abruzzese. Aria di derby anche a Caserta, dove una Sidigas uscita dalle prime otto, prova a bissare la vittoria dell’andata in un PalaMaggiò dove la Juve non ha altro da chiedere a questo campionato, se non la certezza anche matematica della permanenza in serie A. Temi analoghi anche a Cremona, dove Venezia cerca altri punti per cementare la sua candidatura ai playoff contro una Vanoli quasi sicura della salvezza, mentre chiude il programma il match di Sassari, dove il Banco Sardegna degli ex Sacchetti(padre e figlio) e De Vecchi, difficilmente è disposta a lasciare punti alla Fabi Shoes Montegranaro, visto anche l’ottimo cammino davanti al proprio pubblico della squadra sarda. Riposa l’Angelico Biella. 

Donatello Viggiano