Morosini, Di Natale prende in affidamento la sorella del calciatore


Morte Morosini – In uno dei periodi più tristi che il nostro calcio abbia mai attraversato, arriva quella buona notizia, quel gesto d’altruismo che ti fa sperare in un mondo migliore. Il protagonista è un campione affermato dentro e fuori dal campo come Totò Di Natale, capitano dell’Udinese proprietaria del cartellino di Piermario Morosini. Il capitano bianconero ha annunciato che prenderà in affidamento la sorella – disabile – dello sfortunato calciatore deceduto due giorni fa sul terreno di gioco di Pescara durante la partita della squadra locale contro il suo Livorno.

Di Natale, dichiarazioni – Di Natale ha rivelato questa sua bellissima iniziativa ai microfoni di Udinese Channel: “Conosciamo bene la situazione della sorella e noi come squadra, la società con Udinese per la Vita e la signora Pozzo tutti insieme abbiamo deciso di dare una mano alla ragazza che ha tanto bisogno di noi. Ho immediatamente contattato i miei amici, ho mandato un messaggio a Cannavaro, ho sentito Tommasi dell’Aic e altri. Tutti si sono resi disponibili a darci una mano perché l’importante sarà essere vicini alla sorella di Piermario non solo per un giorno ma per tutta la vita. La ragazza ha bisogno di noi e vogliamo aiutarla, per lei ma anche per Mario”.

C’è anche l’Atalanta – Si è mossa anche l’Atalanta, club nel quale Morosini è cresciuto facendo tutta la trafila del settore giovanile e di cui era anche tifoso. Il presidente del club bergamasco, Antonio Percassi, attraverso una breve nota pubblicata sul sito della società ha fatto sapere che la sorella dello sfortunato atleta non sarà lasciata sola: “Maria Carla Morosini sarà per sempre parte della famiglia atalantina e non dovrà mai preoccuparsi di nulla”. Un altro bel gesto da parte del club della città in cui sono nati e cresciuti Piermario Morosini e i suoi cari e dove domani la salma del calciatore del Livorno farà ritorno per l’estremo saluto in programma giovedì alle ore 11.

Miro Santoro