Borghezio: Vendere Sicilia e Campania a miliardari russi o americani

Ci risiamo, l’europarlamentare leghista Mario Borghezio lancia un’altra delle sue idee strampalate, vendere Sicilia e Campania a qualche miliardario russo o americano. Borghezio tutt’altro che estraneo  a dichiarazioni provocatorie di questo tipo, a KlausCondicio, il talk show di Klaus Davi su You Tube, ha detto: “Inutile negare che la mafia in Sicilia e la Camorra in Campania sono saldamente radicate nel territorio, quindi una soluzione potrebbe essere che Monti la venda a uno stato estero o a qualche miliardario visto che non si riesce ad estirpare il malaffare troppo radicato. Nonostante i numerosissimi siciliani e campani onesti non c’è speranza” .

L’idea di Borghezio è che oltre ad estirpare mafia e camorra la vendita delle due regioni potrebbe avere effetti molto positivi anche per il risanamento dei conti dello Stato italiano: “Fossi in Monti metterei sul mercato anche Napoli e la Sardegna. Con quei soldi potremmo alleggerire il nostro debito che, tra l’altro, mica l’han fatto gli operai della Fiat o i piccoli imprenditori del Veneto o del Nord est. L’hanno fatto loro, con le loro pensioni facili di invalidità, con gli amici politici, con le loro mafie, il loro assalto alla diligenza, le loro finanziarie che ogni anno spolpavano un pò di più le casse dello Stato. E naturalmente Roma ladrona, che ha coperto tutto questo danneggiando la gente onesta del sud. Soprattutto, chiudendo le speranze alle giovani generazioni del sud”. Provocazioni o verità? Comunque sempre una “sorpesa”.

Irene Fini