Napolitano: Bisogna estirpare il marcio ma guai a demonizzare i partiti

Napolitano sul finanziamento ai partiti – Ancora in prima linea il tema delicatissimo del finanziamento alla politica su cui oggi è intervenuto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano attraverso un videomessaggio diffuso al convegno commemorativo per il centenario della nascita del leader democristiano Benigno Zaccagnini a Ravenna. Dopo le parole pronunciate di comune accordo dai leader dei tre partiti di maggioranza, “cancellare del tutto i finanziamenti pubblici, destinati ai partiti, già drasticamente tagliati dalle manovre finanziarie del 2010-2011, sarebbe un errore drammatico”, Napolitano vuole mettere un freno ai sentimenti di antipolitica, “per cambiare quel che va cambiato, per riformare quel che va riformato oggi qui, senza ulteriore indugio, per trasmettere ai giovani la vocazione alla politica”.

Contro l’antipoliticaNapolitano ribadisce che non si devono demonizzare i partiti, rischiando di fare di tutte le erbe un fascio: Il partito e la politica non sono il regno del male, del calcolo particolaristico e della corruzione. Il marcio ha sempre potuto manifestarsi, e sempre si deve estirpare: ma anche quando sembra diffondersi e farsi soffocante, non dimentichiamo tutti gli esempi passati e presenti di onestà e serietà politica, di personale disinteresse, di applicazione appassionata ai problemi della comunità. Guai a fare di tutte le erbe un fascio, a demonizzare i partiti, a rifiutare la politica.

Irene Fini