Basket, Nba: vincono tutte le big, i Jazz sognano i playoff

Basket, Nba –Una notte ricca, ricchissima o anche di più: 28 squadre in campo per 14 partite una più interessante dell’altra. Chicago sul velluto contro i Bobcats: i Bulls domimano e chiudono 100-68, con Hamilton top scorer a quota 22 punti, mentre Charlotte trova 16 punti da Walker. Gli Spurs vincono nettamente per 127-102 contro i Kings: 7 i giocatori di San Antonio in doppia cifra, con Neal e Splitter (17 punti a testa) a guidare la pattuglia; Sacramento che trova il top scorer in Thomas (21 punti). Oklahoma City stende 109-97 i Suns: career high per James Harden, che ne mette 40 (di punti) a referto) affiancato da Durant (29 punti), Phoenix (Dudley è il migliore con 21 punti) subisce un brutto ko in vista della corsa playoff. Miami facile per 96-72 contro Toronto: Heat guidati da LeBron James (28 punti), Johnson (18 punti) prova a trascinare i Raptors ma non basta. Boston supera Orlando 102-98: Pierce domina la scena (29 punti, 14 assist), Bass (21 punti) e Rondo (23 punti) lo accompagnano; Magic, privi di Howard, che trovano 27 punti da Davis e 21 punti da Nelson. I Lakers hanno la meglio sui Warriors per 99-87: gialloviola trascinati dal trio Bynum (31 punti), Gasol (22+11), World Peace (18 punti); Golden State trova la miglior prestazione della serata da Thompson (17 punti). I Clippers regolano 104-98 i Nuggets: losangelini guidati da Paul e Williams (21 punti per CP3, 19 punti per Mo); Denver che trova 24 punti da Lawson, mentre Gallinari si ferma a 4 punti (e 0/7 dal campo).

Le altre partite – Utah sogna di arrivare alla post-season e supera 112-91 i Blazers: Harris e Hayward combinano per 50 punti e guidano i Jazz; Matthews è il migliore di Portland (21 punti). Dallas sconfigge 117-110 i Rockets: il fattore decisivo, tra i campioni in carica, è Dirk Nowitzki, autore di 35 punti; Houston cede nonostante le doppie doppie di Dragic (20 punti e 10 assistenze) e Camby (11 punti e 17 rimbalzi). Brutta battuta d’arresto per Milwaukee, in ottica playoff, contro i Wizards, che vince 121-112: franchigia capitolina guidata da Jordan Crawford (32 punti), accompagnato da Wall, Nenè e Seraphin (14 punti a testa), mentre ai Bucks non bastano i 31 punti di Ellis, i 25 di Jennings e le doppie doppie di Gooden (21+12) e Ilyasova (14+11). Continua la rincorsa ai playoff, invece, di Philadelphia che stende 103-87 i Cavs: Holiday (23 punti) e Igoudala (19 punti e 13 rimbalzi) trascinano i Sixers; Cleveland, invece, trova 30 punti sull’asse Hudson-Samuels. Memphis ha la meglio sugli Hornets per 103-91: Gay (26 punti) e Conley (20 punti) si segnalano tra i Grizzlies, i 24 punti di Dyson e i 16 a testa di Belinelli e Landry non bastano, invece, alla franchigia di New Orleans. I Knicks battono nel “derby” i Nets per 104-95: Anthony ancora sopra le righe (33 punti), con Chandler ad affiancarlo (18 punti e 10 rimbalzi); New Jersey trova il top scorer in Gerald Wallace (21 punti). Atlanta liquida senza alcun problema i Pistons per 116-84: il meglio degli Hawks arriva “off the bench” con McGrady che referta 17 punti e Ivan Johnson da 16 punti e 10 rimbalzi; Monroe (17 punti) è il migliore di Detroit.

Edoardo Cozza