Berlusconi indagato: Secondo i pm pagò Tarantini per mentire sulle escort

Berlusconi indagato a Bari – L’ex premier è stato indagato dalla Procura di Bari nell’ambito dell’inchiesta sui festini di Palazzo Grazioli. Secondo i magistrati, Berlusconi avrebbe indotto Giampaolo Tarantini a mentire, “o comunque a non rendere dichiarazioni ai pubblici ministeri di Bari che procedevano nell’inchiesta sul giro di escort dell’imprenditore barese che allietava le notti di palazzo Grazioli e Villa Certosa”.
Berlusconi dunque, che dalle indagini, risultava essere la vittima di una tentata estorsione da parte di Lavitola, che ora è in carcere a Poggioreale, si trova oggi indagato per aver comprato il silenzio del procacciatore di escort.
Lavitola ha annunciato la sua massima disponibilità a collaborare con i magistrati. E ieri ha risposto alle domande del gip Dario Gallo nel corso dell’interrogatorio di garanzia. Non solo, atterrando a Fiumicino proveniente da Buenos Aires, Lavitola avrebbe consegnato alla procura di Napoli della documentazione che in parte rafforzerebbe l’impianto accusatorio. E questo per dare un segnale concreto di disponibilità a collaborare.

Matteo Oliviero