Nuova Zelanda: beveva troppa Coca Cola, ragazza muore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

Troppa Coca Cola – Una ragazza neo zelandese muore a soli 30 anni per gravi problemi al fegato. Nonostante le cause siano ancora sconosciute si pensa che le gravi carenze di potassio che ne hanno causato la morte derivino dal consumo eccessivo di Coca Cola. La donna beveva infatti circa dieci litri di Coca Cola al giorno.

I sintomi – La ragazza si chiamava Natasha Marie Harris e sia i parenti che il ragazzo hanno confessato di essere completamente ignoranti sugli effetti che comportava un eccessivo consumo della bevanda. Natasha soffriva di continua stanchezza, spesso accompagnata da nausea e vomito. Il referto ufficiale parla di arresto cardiocircolatorio, ma i genitori della ragazza hanno deciso di chiedere un risarcimento danni alla compagnia americana della Coca Cola.

Comportamento scorretto – Forse la Coca Cola sarà ritenuta colpevole di non aver informato dei danni che può provocare l’assunzione giornaliera di 10 litri della bevanda, ma è anche vero che nessuno delle persone vicine a Natasha è intervenuto per impedire alla ragazza di assumere questo comportamento alimentare chiaramente scorretto.

Michela Santini

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!