Ipse Dixit, le frasi cult di “Dr. House” (tratte da “La vita è un Telefilm”, Garzanti)

 

 

Ipse Dixit, le frasi cult di “Dr. House” – Ecco una breve carrellata delle frasi cult del  Dr Gregory  House, medico geniale ed individualista. A capo di una squadra di diagnosti del Princeton-Plainsboro Teaching Hospital. Il personaggio di House, che è in parte ispirato a Sherlock Holmes, è stato descritto come un ‘misantropo’, un‘cinico’ e un ‘burbero’… Nel corso delle serie, gli approcci poco ortodossi che House usa per fare le diagnosi, cure estreme e razionalità, sono stati più volte causa di conflitto tra lui e i suoi colleghi.Il medico, inoltre, mostra anche una carente empatia verso i propri pazienti e non li visita quasi mai, una pratica che gli permette di avere maggior tempo a disposizione per risolvere enigmi patologici.

Sull’amore e le bugie– “Amare tutti indistintamente è troppo faticoso“; “Così si diventa grandi artisti: prima cerchi l’infelicità, l’infelicità ti porta a diventare un grande artista, l’arte non attenua l’infelicità, cominci a drogarti e diventi un artista mediocre“; “I pazienti sono tutti bugiardi“;Tutti al mondo mentono, la sola variabile è su che cosa mentono“;  “Anche Hitler era convinto di migliorare il mondo…“.

Dio, il sapere e il dolore-    “Sono in missione per conto di Dio“; “Sapere è sempre meglio di non sapere“;Si può vivere con dignità, non morire con essa“; “Se tu parli con Dio sei religioso, se Dio parla con te sei malato“; Il dolore ci porta a sbagliare le decisioni. La paura del dolore è anche peggio“;Non sono triste, sono complicato e questo piace alle donne“.

Maria Luisa L. Fortuna