Latorre: l’eroe prigioniero che salva un fotoreporter indiano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:11

Latorre, l’eroe prigioniero. Sono ancora nel carcere di Trivandrum Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due marò detenuti in India e accusati di aver ucciso due pescatori sparando dall’Enrica Lexie, ma le nubi oscure sui due membri dell’Esercito Italiano pare inizino a diradarsi e pure con una certa forza. Punto numero uno: la corte suprema di Nuova Delhi ha ammesso il ricorso per incostituzionalità della detenzione dei due militari. I giudici hanno chiesto al governo di riferire attraverso una memoria apposita. La prossima udienza è prevista per l’8 maggio prossimo. Punto numero due: Massimiliano Latorre è balzato improvvisamente agli onori della stampa indiana, divenendo un vero proprio eroe nel giro di qualche secondo.

Vita salvata a un fotoreporter. Sabato mattina Latorre e Girone escono dal carcere per incontrare i familiari, come ogni giorno. Intorno a loro la polizia indiana e un buon numero di giornalisti a fotografi. Uno di questi, Aijaz Rahi, di 39 anni, nel tentativo di scattare una foto inciampa e cade per terra. Nello stesso momento sopraggiunge un auto in retromarcia. Quest’ultima l’avrebbe sicuramente investito e ucciso se Latorre non si fosse buttato immediatamente contro il mezzo, di fatto arrestandone la corsa. Lo stesso fotoreporter ha ringraziato attraverso i suoi familiari. La vicenda è valsa al marò italiano la prima pagina, con tanto di momento immortalato dalle immagini, su alcuni giornali indiani.

Attesa decisione in Kerala. Se la Corte di Nuova Delhi ha ammesso il ricorso italiano, lo stesso è stato presentato anche all‘Alta Corte del Kerala, che però deve ancora pronunciarsi sulla questione.   A Kochi intanto è periodo di vacanza per i giudici. Un’assenza, la loro, che durerà fino al 20 maggio. Vacanze del tutto previste, ma che costringono, in attesa della decisione, i due militari italiani a rimanere in carcere.

A.S.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!