L’ultimo desiderio di un ottantenne

Morire di sesso – L’ottantenne ricchissimo imprenditore veneziano, proprietario di una catena di hotel di lusso e residente sulla prestigiosa piazza San Marco della città lagunare, è morto in un hotel storico di Milano, tra le braccia di tre ragazze che, allettate dal suo portafogli, stavano trascorrendo con lui, supportato da Viagra e cocaina, una folle notte di sesso.

Gli è scoppiato il cuore – Secondo il referto medico non sarebbe stato il Viagra, di cui tra l’altro è stata già scientificamente provata l’assenza di conseguenze negative sull’organismo, a causare la morte dell’uomo, bensì l’uso di cocaina, oltre le condizioni fisiche di un uomo della sua età. Perciò il decesso è stato attribuito a cause naturali, il suo cuore è scoppiato provocandogli il coma al quale è seguita la morte poco dopo il ricovero in ospedale.

Tre donne bellissime – Certo, non deve essere facile per un uomo della sua età avere a disposizione tutte per sé e per un’intera notte tre giovani donne trentenni e bellissime, secondo le voci trapelate, e i battiti già accelerati dalla loro visione sono stati elevati all’ennesima potenza dall’uso della cocaina, fino a far esplodere il suo cuore da ottantenne. Resta il dubbio che il festino possa essere stato organizzato a seguito della notizia di una malattia, e scelto come miglior congedo dalla vita.

Marta Lock