Serie A, Juventus-Roma 4-0: Vidal, Pirlo e Marchisio firmano il poker

Juventus-Roma 4-0 – Va alla Juventus il posticipo serale della 34^ giornata del campionato di Serie A. La squadra di Conte travolge la Roma con un pesantissimo 4-0: Vidal, con una doppietta, porta i suoi sul 2-0 dopo meno di 8′, Pirlo fa tris alla mezz’ora, Marchisio chiude i giochi ad inizio ripresa. La Juve ringrazia i suoi centrocampisti e fa un passo importantissimo, forse decisivo, verso il tricolore: dopo il pareggio del Milan contro il Bologna, infatti, i bianconeri sono ora a +3 sui ragazzi di Allegri quando alla fine del campionato mancano 5 giornate. Ennesima battuta d’arresto per la Roma, che lontano dall’Olimpico continua a balbettare (quattro sconfitte nelle ultime cinque trasferte per gli uomini di Luis Enrique). Dopo questo ko il terzo posto si allontana: la Lazio è cinque punti più su.

Espulso Stekelenburg – Conte manda in campo la Juve prevista alla vigilia: la difesa è a tre, Quagliarella fa coppia con Vucinic. Nella Roma, a sorpresa, c’è un centrocampista in più, Perrotta, al posto di Totti. I bianconeri partono fortissimo e dopo 4′ sono già avanti: cross basso di De Ceglie, sinistro al volo di Vidal e palla nell’angolo. Gli ospiti non reagiscono, la squadra di Conte continua a spingere e all’8′ siamo già 2-0: a firmare il raddoppio è ancora Vidal, questa volta con un gran destro in diagonale. Vucinic prova a fare tris poco dopo, Stekelenburg c’è. Dall’altra parte la Roma non va oltre un paio di tentativi dalla lunghissima distanza con Josè Angel prima e Gago poi. Per il resto, solo Juve. Chiellini schiaccia di testa, la palla sfiora la traversa. Poi, a forza di spingere, i bianconeri fanno tris: Stekelenburg stende Marchisio in area e viene espulso, dal dischetto Pirlo si fa ipnotizzare dal neo entrato Curci ma sulla respinta insacca. Sul 3-0 i padroni di casa rallentano, ma le occasioni arrivano comunque: De Ceglie sfiora il montante con un bel sinistro dal limite, Quagliarella e Pirlo non sono fortunati dalla distanza.

Chiude Marchisio – La ripresa si apre come si era chiusa la prima frazione: Juve all’attacco e Roma rassegnata. Marchisio spara da fuori, Curci blocca. Poi ci prova Vucinic, mancando il bersaglio grosso. Al 53′ la squadra di Conte cala il poker con Marchisio, che fulmina Curci con un gran destro dal limite. Dopo il quarto gol i bianconeri rallentano e la gara lentamente si spegne. Conte prova a riaccenderla inserendo Borriello e Del Piero, ma è ancora Marchisio, assistito proprio dal capitano, ad andare vicino al quinto gol (bravissimo Curci). Nel finale di partita entra anche Giaccherini che ci prova subito da fuori, senza trovare lo specchio della porta. L’ultimo tentativo è del capitano: Del Piero calcia dal limite ma la sfera termina alta.

Pier Francesco Caracciolo