Tagli alla spesa pubblica, Giarda: Serve una task force

Tagli alla spesa pubblica – Il pareggio di bilancio è ancora lontano, l’obiettivo di raggiungerlo nel 2013 è, per ora, solo un sogno, ma per scongiurare il rischio conti pubblici, e soprattutto per non aumentare nuovamente la pressione fiscale, il governo sta studiando un piano di riduzione della spesa pubblica.
Nel giro di quindici giorni, infatti, una bozza messa a punto dal Ministro Giarda, potrebbe già arrivare in Consiglio dei Ministri.
Il Ministro Giarda ha chiesto quindi al premier e Ministro dell’economia, Mario Monti, una task force per passare dalle parole ai fatti.

Le linee d’intervento – Anche il Ministro Passera ha anticipato l’accordo sul taglio alla spesa pubblica: “Ho la sensazione che ci sia grande disponibilità, grande voglia“.
Resta ora da capire su quali linee si muoverà il governo, ovvero quale delle due strade intende percorrere: Limitarsi ad attuare i tagli già previsti, cosa che non è sempre accaduta nelle amministrazioni centrali e che comunque non rappresenta certo uno sforzo di poco conto, oppure, pianificare un nuovo giro di vite.
E’ una decisione tutt’altro che facile, tanto che il Ministro Giarda avrebbe chiesto che sia Palazzo Chigi a scegliere in quale direzione andare.
L’obiettivo è, infatti, fondamentale, scongiurare nuove tasse per riuscire a raggiungere il pareggio di bilancio, che dal 2014 entrerà in vigore anche Costituzionalmente.

 

Matteo Oliviero