Alemanno: Italia diserti Euro 2012, una vergogna la strage di cani in Ucraina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Alemanno. Itali diserti gli europei. L’Ucraina è sotto il fuoco di fila delle associazioni animaliste di tutto il mondo, ma la strage di animali randagi (cani soprattutto) non accenna né a smettere né, almeno, a diminuire. Gli ultimi rapporti delle associazioni locali sono agghiaccianti. Si parla di camion pieni di veleno, destinato ai randagi. Il motivo della strage? “Ripulire le strade” in occasione degli prossimi Europei di calcio. Una manifestazione che secondo il sindaco capitolino Gianni Alemanno la nazionale azzurra potrebbe anche disertare: “Io penso che da questo punto di vista (la strage di randagi, Nda)  dai ministri italiani debba venir fuori un appello chiaro, forse addirittura a non partecipare agli europei di calcio, certamente questa cosa deve finire”.

Eppure la questione va avanti almeno dal novembre scorso. C’era stata anche una presa di posizione della Uefa, dichiarazioni ufficiali del governo centrale, ma la situazione non sembra essere migliorata di molto, ammesso che qualche migioramento ci sia stato. Cani uccisi a fucilate o addirittura,  raccontano gli attivisti locali, gettati vivi in appositi “forni mobili”.  “Le immagini che girano su YouTube di cani sterminati sono una vergogna e non possiamo rimanere indifferenti“, spiega ancora Alemanno in un suo video girato alla “Valle dei cuccioli” (che si occupa di adozioni per il canile romano della Muratella) e annuncia la sua partecipazione alla manifestazione del 5 maggio.

La “diserzione” di Euro 2012 non è in realtà un argomento così nuovo, anche se il sindaco di Roma lo ha “ribaltato” sui giocatori. Fino ad ora era stato “proposto” ai potenziali spettatori. Le campagne animliste in proposito, che passano sopratuttto ed in modo estremamente capillare dai social media, già da tempo invitano gli appassionati di calcio a non seguire gli europei in Ucraina, in segno di protesta contro il massacro in atto.

A.S.