“Dr.House”, Hugh Laurie, intervistato dal Telegraph: (seconda parte)

 

 

Dr. House- Laurie stesso riflettendo sul suo alter ego sottolinea come: “Molta gente potrebbe affermare che House non possiede alcun fascino,  anche perchè ha una debolezza per degli antidolorifici oppiacei. Ma lui è di tutt’altro parere: “Non sono d’accordo, lo trovo estremamente affascinante ed infinitamente divertente. Ha una sorta di grazia e una presenza di spirito non comune.”  Ma come sanno molti estimatori del telefilm, House non è un uomo felice, apparentemente rassegnato a restare in uno stato permanente di depressione.

Grande successo– Lo stesso Laurie ha combattuto, in passato, con dei periodi di grave depressione clinica. L’aver avuto un grande successo con il telefilm, in ogni caso, gli ha fatto ottenere grandi riconoscimenti: due Golden Globe Awards, due Screen Actors Guild Awards e tantissime nomination  agli Emmy. L’attore britannico doc, cha ha studiato sia a Eton che a Cambridge è considerato anche l’attore meglio pagato per un telefilm americano guadagnando, a quanto si dice, 400,000 dollari, circa 250,000 sterline per ogni episodio di “Dr.House”. E Hugh con un tono entusiasta ha sottolineato come: “Senza ombra di dubbio, è come  se avessi vinto la lotteria…!”

L’uscita di scena di House- L’attenzione adesso si concentra sul gran finale della serie. In una precedente intervista, Laurie per indicare il suo debutto alla regia in Dr.House, ha ammesso che gli piacerebbe che il suo personaggio uscisse di scena con un colpo di pistola alla tempia piuttosto che piagnucolando. Ma comunque il pubblico potrà stare certo d’una cosa: quando sarà il momento, come ammesso di recente da  David Shore scrittore della serie, Dr House non si allontanerà semplicemente ma ci sarà, sicuramente,  un  colpo di scena!

Maria Luisa L. Fortuna