Napolitano: Politica si rinnovi o vinceranno i demagoghi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:53

Un messaggio chiaro, volto a rimarcare l’invito ai partiti a procedere lungo la via del rinnovamento e a esortare i cittadini a non cedere alla “cieca sfiducia”. Quello pronunciato ieri da Giorgio Napolitano a Pesaro, in occasione della Festa della Liberazione, è stato un discorso particolarmente apprezzato. “Ci si fermi a riflettere prima di scagliarsi contro la politica – ha detto il capo dello Stato – altrimenti si rischia di credere al demagogo di turno“.

Il sostegno ai partiti – “Dinnanzi alla crisi che ha investito l’Italia e l’Europa, abbiamo bisogno di attingere alla lezione di unità nazionale che ci viene dalla Resistenza. E abbiamo bisogno della politica come impegno inderogabile“. E’ questa la premessa da cui Giorgio Napolitano ha scelto ieri di partire per celebrare il 67simo anniversario della Liberazione italiana e rinnovare il suo sostegno ai partiti in sofferenza.

No ai demagoghi – “Ci si fermi a ricordare e riflettere, prima di scagliarsi contro la politica – ha detto l’inquilino del Quirinale – I partiti facciano la propria parte, si rinnovino per non dare fiato alla cieca sfiducia e a qualche demagogo di turno”. “Occorre impegnarsi – ha spiegato il presidente riferendosi agli ultimi scandali che hanno investito i movimenti politici – perché dove si è creato del marcio venga estirpato”.

La ricetta del presidente – “Bisogna ritrovare slancio ideale, tensione morale, capacità nuova di proposta e di governo – ha continuato Napolitano – e una nuova legge elettorale che consenta ai cittadini di scegliere i rappresentanti in Parlamento e non di votare nominati dai partiti”.

Rinnovarsi e risolvere – “La politica, i partiti – ha insistito il capo dello Stato – devono rinnovarsi decisamente, fare la loro parte nel concretizzare risposte ai problemi più acuti, confrontandosi fattivamente col governo fino alla fine naturale della legislatura”.

Maria Saporito

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!