Titanic – Nascita di una leggenda, anticipazioni terza puntata del 6 maggio

Titanic – Nascita di una leggenda, domenica 6 maggio la terza puntata – Domenica 6 maggio andrà in onda la terza delle sei puntata di Titanic – Nascita di una leggenda, la fiction che vuole raccontare non tanto i momenti del naufragio della nave, ma la storia della costruzione del Titanic, partita nel 1909 grazie al finanziatore JP Morgan, magnate americano. Nel cast sono presenti attori internazionali e tra gli italiani troviamo Alessandra Mastronardi, Massimo Ghini, Edoardo Leo e Valentina Corti. Qui di seguito le anticipazioni della terza puntata, che andrà in onda domenica 6 maggio.

Anticipazioni terza puntata – Quando Mark viveva ancora a Belfast aveva una ragazza, Siobhan Doyle, di cui era molto innamorato e a cui, ottenuta la borsa di studio a Londra, aveva chiesto di seguirlo. Ma lei non lo aveva mai fatto. Siobhan era morta subito dopo la sua partenza. A Mark era stato detto da suo padre, Sean, che la ragazza era morta di tubercolosi. La verità era invece che era morta di parto, incinta di Mark, senza che lui ne fosse al corrente: Siobhan ha dato alla luce una bambina, prima di morire. Mark ha quindi una figlia. Nel frattempo, però, si verifica un incidente: l’RMS Olympic, una nave nella stessa classe del Titanic, ha avuto un grave incidente ed è tornato in cantiere per subire delle riparazioni. La maggior parte degli operai viene quindi impiegata sull’Olympic e a Mark viene chiesto di studiare le implicazioni di quanto successo alla nave. Le tensioni tra le classi continuano a crescere, e Harland & Wolff diventa teatro di uno sciopero importante, ma subito si riesce a trovare un accordo. Tra i lavoratori c’è Conor MacCann, il fratello più giovane di Michael ed Emily, che non vede di buon occhio un’alleanza con i padroni. Conor ha anche iniziato una storia d’amore segreta con Violetta, la sorella minore di Sofia, contendendo il suo amore al fratello maggiore, Michael, da sempre innamorato della ragazza. Nel tentativo di evitare che il Titanic possa in futuro incorrere nello stesso incidente occorso all’Olympic, Mark suggerisce di costruire un doppio scafo per il transatlantico. In questo modo, qualsiasi falla aperta sui fianchi della nave non rappresenterebbe  un problema. La soluzione del doppio scafo è un’idea inventata da un ingegnere del passato che sia Muir che Andrews ammirano molto: Lord Brunel. Lord Pirrie resta impressionato dall’idea del doppio scafo ma teme che mettere in atto questa soluzione significherebbe perdere troppo tempo. Intanto Mark convince Sofia a partire con lui per un romantico week end in riva al mare. La dura realtà li attende al ritorno: Henry Carlton ha scoperto la vera identità di Mark e ha portato la faccenda in giudizio all’interno del Consiglio Amministrativo della Harland & Wolff, di cui egli stesso fa parte. La furia di Carlton nei confronti di Muir è giustificata anche dall’aver appena scoperto che sua figlia, Kitty, abbia in passato intessuto una relazione con l’impostore cattolico. Lord Pirrie si vede costretto a malincuore a licenziare l’ingegnere Mark Muir, con l’accusa di aver mentito sulla propria identità. Mentre Kitty, piuttosto che accettare un matrimonio di convenienza impostole dal padre, decide di lasciare Belfast.

G. T.