Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Ruby su Berlusconi: Lui è come Gesù, finché c’è io mangio

CONDIVIDI

Le intercettazioni che riguardano il processo Ruby a carico dell’ex premier Berlusconi continuano e di giorno in giorno aumentano i sotterfugi e le contraddizioni. Una prima intercettazione riguarda il Cavaliere e l’ex soubrette Nicole Minetti nelle giornate di scontro con Gianfranco Fini e della vicenda della casa a Montecarlo che ha coinvolto lo stesso. Nella telefonata tra i due si accenna anche ad un altro fatto, ovvero che la minorenne Ruby avrebbe denunciato Michelle Conceicao per induzione alla prostituzione, “Si è data da sola la patente di puttana”, commenta Berlusconi. La seconda delle intercettazioni è ancora più illuminante e riguarda una telefonata tra Ruby e il fidanzato Luca Risso, in cui si spiega il ruolo di Berlusconi e i racconti della giovane ai magistrati a cui avrebbe “nascosto tantissimo”.

“Lui può far tutto, lui è Gesù”. “Noemi è la sua pupilla. Io sono il suo culo”. “Finché ci sta lui, io mangio”. “Gli ho detto: io posso passare per pazza, per prostituta, per quello che vuoi, basta che ottenga qualcosa”. Sono le frasi dette da Ruby prima che lo scandalo fosse giunto ai giornali. Ne emerge la figura di una ragazza che ha avuto una vita difficile e non vuole lasciarsi sfuggire la possibilità di ottenere dall’ex premier dei soldi, che otterrebbe con semplicità. In effetti i più vicini al “Papi” si sono già messi in moto per tamponare lo scandalo e tenere sotto controllo le informazioni, anche istruendola sulle cose da dire e gli atteggiamenti da tenere. Berlusconi stesso dirà di Ruby che “fuori dalle grinfie dei pm si sta comportando bene”.

Irene Fini

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram