Serie A, Napoli-Palermo 2-0: gol dal sapore di Champions per Cavani e Hamsik

Napoli-Palermo 2-0 – Si conclude sul punteggio di 2-0 l’anticipo serale del turno infrasettimanale della 36^ giornata disputato al San Paolo tra Napoli e Palermo. Entrambe le reti sono state siglate nel primo tempo da Cavani (rigore) e Hamsik. Gli azzurri sembrano avere ora la qualificazione Champions in pugno e in attesa delle rivali si gode il terzo posto solitario. Il Palermo invece non sfrutta l’occasione per raggiungere la matematica salvezza ma nonostante ciò resta in un posizione di classifica più che tranquilla.

Sblocca Cavani – Partita che inizia subito con forti emozioni. Passano infatti solo 5′ e Inler colpisce la traversa con uno splendido sinistro dal limite. Non si fa attendere la reazione del Palermo che un minuto dopo sfiora la rete prima con Ilicic e poi con Hernandez, De Sanctis però scongiura il pericolo. Al quarto d’ora arriva la svolta dagli 11 metri: Cavani mette dentro il calcio di rigore provocato da un tocco con la mano del giovane Milanovic e porta i suoi in vantaggio. I rosanero non riescono a reagire e al 35′ arriva la zampata decisiva. Pandev lavora uno splendido pallone servendo Hamsik in profondità che a tu per tu con Viviano non può sbagliare. 2-0 e risultato che resterà invariato fino all’intervallo.

Poche emozioni – Ripresa che inizia con un ritmo inevitabilmente pià basso rispetto al primo tempo. Il Palermo cerca di fare la partita mentre il Napoli tenta di sfruttare in contropiede gli spazi lasciati dagli ospiti. Il primo tentativo è ancora degli azzurri che sprecano con Cavani il possibile colpo del ko: l’attaccante uruguagio stringe troppo la traettoria del tiro che finisce fuori. La reazione dei siciliani nei secondi 45′ arriva solo al 70′ con Zahavi che ci prova dalla distanza, il suo tentativo però finisce sul fondo. Poco dopo ci prova ancora l’israeliano che inquadra lo specchio della porta ma deve fare i conti con un De Sanctis in splendida forma. Poche emozioni nella ripresa che scivola via senza intoppi per i partenopei. Dopo 4′ di recupero, l’arbitro De Marco decreta la fine sul punteggio di 2-0.

Giuseppe Carotenuto