Home Spettacolo Musica

Gigi D’Alessio rischia l’accusa di rapina per l’aggressione all’Olgiata

CONDIVIDI

Gigi D’Alessio, rapina– Non ha cambiato mestiere, passando dal cantautorato napoletano alle rapine, eppure Gigi D’Alessio rischia ora di essere accusato di rapina per un fatto avvenuto ben 5 anni fa… Quando nel 2007 due fotoreporter si appostarono all’Olgiata a Roma per riprendere la villa del cantante, sembra proprio che quest’ultimo abbia perso il controllo e si sia scagliato contro i due fotografi, strappandogli di mano la macchina fotografica. Nel processo di primo grado D’Alessio era stato condannato a ben 9 anni di reclusione per lesioni aggravate ed esercizio abusivo delle proprie ragioni, “avendo l’aggressione uno scopo non solo preciso, ma preordinato: sottrarre le macchine fotografiche e il contenuto”.

Rapina– Adesso il cantante partenopeo rischia l’imputazione per rapina, dopo che la Corte d’Appello ha così modificato il capo d’imputazione da quello meno grave di esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Il processo è stato aggiornato al 12 dicembre prossimo. Intanto i legali del cantante si sono dichiarati sorpresi e hanno dichiarato: “Leggeremo con attenzione l’ordinanza , ma è una decisione che non ci aspettavamo alla luce anche della remissione della querela da parte di entrambi i fotografi coinvolti nella vicenda”. Insieme a Gigi D’Alessio rischia la stessa accusa il suo collaboratore Roberto De Maria, che lo spalleggiò durante l’aggressione.

Rosaria Cucinella

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram