Imu, è scontro tra Comuni e governo. Cancellieri richiama i sindaci

Il richiamo della Cancellieri – I sindaci sono ufficiali di governo, hanno funzioni istituzionali ed è bene che non dimentichino mai che portano la fascia tricolore e lavorano per il Paese. La fascia tricolore ha un significato, e quindi i sindaci siano responsabili. Ho massima fiducia in loro, comprendo perfettamente le difficoltà però il senso dello Stato non deve mai venire meno. I sindaci siano responsabili”.
Con queste parole, il Ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri, richiama all’ordine i sindaci, dopo lo scontro tra il governo e i comuni sulla nuova tassa sugli immobili.
Sulla protesta di sciopero fiscale, minacciata da molti comuni, interviene anche il presidente del Consiglio. Secondo Monti: “Non pagare l’Imu è inaccettabile perché si tratta di evasione fiscale e per questo meriterebbe un trattamento molto rigoroso da parte dello Stato”. Il riferimento va chiaramente a quei comuni, che hanno minacciato di non riscuotere alcuna tassa sugli immobili.

La replica dell’Anci – La replica dei comuni non si è fatta attendere: “È giusto quel che dice il ministro Cancellieri: le istituzioni devono comportarsi da istituzioni ma vorremmo che lo Stato non si ricordasse che siamo un pezzo della Repubblica solo quando si tratta di chiederci di riscuotere le tasse e gestire l’ordine pubblico”, ha ricordato il presidente dell’Anci, Graziano Delrio, in una conferenza stampa.
Noi siamo istituzioni tutti i giorni dell’anno, ci comporteremo come tali, non si preoccupi il ministro, ma chiediamo rispetto. Ci sono sindaci che ogni giorno rischiano la vita, altri che si sono ridotti lo stipendio, altri ancora che hanno preso la pala quando c’è stata l’emergenza neve. Non siamo qui a giocare, questo paese ha bisogno di chiarezza e noi la pretendiamo. Offriamo la nostra collaborazione, come sempre”.

Matteo Oliviero