Alfano: Ecco la nostra proposta a sostegno delle imprese creditrici

Il segretario del Pdl, Angelino Alfano, ha convocato oggi i giornalisti nella sede del partito per ufficializzare la presentazione della proposta di legge sulla cosiddetta “compensazione fiscale”. Una mano tesa a tutte quelle imprese che, attendendo i pagamenti dalla Pubblica amministrazione, faticano ad onorare i debiti contratti con lo Stato. “Non è un atto ostile al governo”, si è affrettato a chiarire il segretario del Pdl, che ha anche annunciato l’attivazione di una linea telefonica a sostegno degli imprenditori in difficoltà.

Collaborazione con il governo – “Oggi ho depositato la nostra proposta di legge: si tratta di un ddl delega, il che significa che è fatto per avere la massima collaborazione con Palazzo Chigi, non è certo un atto ostile. Il Parlamento fa la cornice e poi l’esecutivo deve intervenire. E’ una scelta metodologica di collaborazione e non un atto ostile”. Con queste parole, il segretario del Pdl, Angelino Alfano, ha oggi rimarcato l’intenzione di andare avanti con la proposta relativa alla cosiddetta “compensazione fiscale” imprese-Stato.

La Pa paghi entro 60 giorni – “La compensazione può essere effettuata esclusivamente con debiti relativi a tributi dovuti nei confronti della medesima amministrazione statale, Regione o ente locale titolare del credito vantato”, ha spiegato l’ex ministro della Giustizia. “L’espressione ‘ce lo chiede l’Europa’ – ha aggiunto Alfano – è diventata espressione e sinonimo di vincoli, di problemi e tasse. Ma l’Europa chiede anche cose positive  per i cittadini come ad esempio che la Pubblica amministrazione paghi i debiti entro 60 giorni.

Filo diretto con gli imprenditori – Non solo: per evitare che le difficoltà dei titolari delle piccole e medie imprese possano sfociare in gesti “scomposti” (come è avvenuto fino a ieri in provincia di Bergamo), Angelino Alfano ha annunciato l’avvio di una sorta di “telefono amico” targato Pdl. “Attiveremo un numero nelle venti Regioni affinché gli imprenditori in difficoltà – ha spiegato Alfano – abbiano la possibilità di un contatto diretto con il Pdl e i suoi parlamentari, in modo che chi è in difficoltà di comunicazione con le istituzioni possa comunque avere un contatto per spiegare le difficoltà”.

Maria Saporito

Articolo precedenteStuprano coetanea, arrestati 3 minorenni
Articolo successivoUccisa donna a colpi di pistola
Siciliana di origine, romana d'azione, scrivo da anni occupandomi principalmente di politica e cronaca. Ho svolto attività di ufficio stampa per alcune compagnie teatrali e mi muovo con curiosità nel mondo della comunicazione. Insegnante precaria, sto frequentando un corso per insegnare italiano agli stranieri.