Assalto ad Agenzia Entrate: il debito col fisco è di 44 mila euro

Assalto Agenzia Entrate. Debito di 44 mila euro. Il debito che Luigi Martinelli, l’imprenditore di 54 anni che ieri pomeriggio ha assaltato armato di fucile l’Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia (Bg), sarebbe di 44 mila euro e non di soli 1000 come riportato dalla stampa. A scoprirlo sarebbero stati due leghisti, il senatore Roberto Calderoli e il deputato Giacomo Stucchi, che secondo quanto scrive Corriere.it avrebbero messo a disposizione di Martinelli anche un avvocato di fiducia. I due parlamentari oggi si sono recati nel carcere di Bergamo e hanno avuto un lungo colloquio con Martinelli.

I due esponenti del Carroccio hanno portato la loro solidarietà all’imprenditore, parlando di “situazioni estreme” e di “uno Stato che sembra veramente considerare il cittadino solo alla stregua di un suddito da spremere”. Pochi giorni fa la Lega ha lanciato la battaglia sociale della “rivolta fiscale” o “protesta fiscale”, come il triumviro Maroni ha definito l’iniziativa proposta ai sindaci leghisti di non far pagare l’Imu. Tutto questo è avvenuto in un paese che dista sì e no dieci chilometri da Romano di Lombardia, dove ieri Martinelli, preso probabilmente dalla disperazione, ha deciso per un atto dimostrativo estremo ed in ogni caso controproducente.

A.S.