Nothing to lose: nuovo album per Mr. T-Bone & The Young Lions

Mr. T-Bone & The Young Lions, Nothing To Lose. Ha suonato al fianco di grandissimi artisti internazionali e italiani; ha suonato per anni con Giuliano Palma e i suoi Bluebeaters ed è una delle colonne degli Africa Unite. Gigi De Gasperi non è solo un grandissimo musicista; all’attivo ha più di dieci album solisti: scrive, compone, arrangia, suona e canta, un artista con la “a” maiuscola.
Dal 2006 è accompagnato da The Young Lions. Proprio con loro, dopo “Heroes” del 2008, ha pubblicato in Italia lo scorso 17 aprile la sua ultima fatica, “Nothing to lose”,  disco che oltreoceano è distribuito già da ottobre del 2011.

Un album trasversale, un album che partendo dallo ska, quello original giamaicano (quello degli Skatalites per intenderci), attraversa blues, soul e rock’n’roll. In alcune canzoni il sound di Mr. T-Bone e soci si distacca fortemente dallo ska, ma il ritmo in levare ricorda all’ascoltatore la matrice della sua musica.
“Nothing to lose” ha riscosso grande successo negli States dove è stato lanciato forse proprio perché il sound ben si addice allo stile a stelle e strisce. La voce di De Gasperi, quasi black, ben si amalgama agli arrangiamenti curati dallo stesso cantante. Grande spazio ovviamente ai fiati: Mr. T-Bone regala qualche pregevole solo con il suo trombone e la band supporta perfettamente il tutto: Marco “Benz” Gentile alla chitarra e ai cori, Andrea Ferraro all’organo e ai cori, Marco “Pakko” Catania al basso e Paolo Inserra alla batteria.

Mt. T-Bone si riconferma grande cultore della musica ska e soprattutto riesce a miscelare il sound in levare con generi non proprio così vicini alla terra caraibica. Un album perfetto per gli appassionati del genere e non solo. Un album tutto da ballare. Un album che ricorda in alcuni brani,a chi ha seguito i primi passi dei Bluebeaters, il primo e vero rock-steady presentato da Giuliano Palma & C..
Ottoni, ance, organo hammond, batteria in levare, basso e chitarra, voce scura: un mix vincente per T-Bone e soci che ricordano molto gli statunitensi Slackers.
Bello anche nel suo packaging, il cd si presenta con Gigi de Gasperi in copertina, con il suo inseparabile trombone mentre all’interno la band è fotografata in rigoroso black & white attorno ad un tavolo di biliardo.
Uno splendido disco dal respiro internazionale firmato da un artista di casa nostra.

Pier Luigi Balzarini