Segnala gli sprechi sul web: boom di messaggi

L’iniziativa “segnala gli sprechi sul web” è stata decisa nell’ambito del decreto legge sulla spending review, che prevede un risparmio di 4,2 miliardi nel 2012, e invita i cittadini a partecipare attivamente segnalando quelli che dal loro punto di vista sono gli sprechi che il governo dovrebbe tagliare. Invito che è stato accolto da molti: più di 40 mila sono i messaggi inviati al sito del governo da quando, solo mercoledì, è stato attivata la sezione apposita per questo tipo di suggerimenti. L’importanza che verrà data all’iniziativa è tutta da capire, per il momento Palazzo Chigi ha dichiarato di essere già all’opera nella lettura dei messaggi ed soddisfatto del grande interesse dimostrato da parte dei cittadini a dire la loro attraverso proposte utili a revisionare  i costi della pubblica amministrazione.

Con il decreto legge sulla spending review “nel complesso, – ha annunciato Palazzo Chigi – la spesa pubblica rivedibile nel medio periodo è pari a circa 295 miliardi di euro. A breve termine, la spesa rivedibile è notevolmente inferiore, stimabile in circa 80 miliardi”. Questo si otterrebbe  grazie all’annullamento delle spese di rappresentanza, per convegni, ed altro, oltre che attraverso l’accorpamento degli enti strumentali e vigilati e delle società pubbliche. I consigli inviati in Rete, che nella giornata di mercoledì sono stati 18.820, uno ogni 4 secondi circa, e nella giornata di giovedì ben 21.540, un boom di messaggi che la dice lunga sull’attenzione che il tema della spesa pubblica riceve da parte dei cittadini.

Irene Fini