Giallo a Comacchio: ucciso il proprietario di un vivaio

Nascosto tra le piante – Il corpo di Luciano Spadari, 74 anni, è stato trovato dal fratello all’interno della sua attività nascosto tra le piante. Il suo assassino lo ha colpito ripetutamente con un corpo contundente, forse una pietra o un pezzo di legno. Spadari viveva da solo dopo la separazione dalla moglie e non ci sarebbero moventi per l’omicidio.

Interrogati i dipendenti – I carabinieri hanno interrogato i dipendenti della vittima e alcuni familiari, senza però essere ancora venuti a capo del mistero. La morte potrebbe risalire al giorno precedente, poiché i parenti e familiari, con i quali era in stretto contatto, non avendolo visto avevano iniziato a cercarlo nella cerchia degli amici, fino alla scoperta del corpo fatta ieri dal fratello dell’uomo.

Quarto delitto – E’ il quarto delitto dall’inizio dell’anno nella provincia di Ferrara, e per la piccola cittadina di provincia un’incidenza tanto alta risulta davvero strana e fuori dalla norma. Il primo caso risale a gennaio, un uomo di 52 anni di Voghiera ha ucciso a coltellate una 31enne romena e ha poi gettato il cadavere in un fiume. Il 9 aprile un 46enne viene ucciso a coltellate, per motivi ancora non chiariti, da un suo conoscente. Infine il 29 aprile il corpo di un tunisino di 26 anni, viene trovato nel sottomura di via Baluardi, dissanguato.

Marta Lock