Basket, Serie A: la presentazione della 34^giornata

Basket, Serie A– La regular season della serie A vede disputarsi i suoi ultimi quaranta minuti e se la “pole position” dei playoff, già da qualche giornata, è assegnata a Siena, che chiude la sua stagione a Montegranaro, si continua a lottare fino all’ultima sirena per il resto delle posizioni importanti. Continua il duello per la piazza d’onore tra Cantù e Milano, per ora appaiate a 42 punti, ma con i brianzoli attesi dalla difficile trasferta di Bologna. Solo in caso di vittoria la Bennet sarebbe sicura di confermare il secondo posto a prescindere dal risultato di Milano(scontri diretti favorevoli), altrimenti sarebbe la squadra di Scariolo ad issarsi in seconda posizione, sempre a patto di battere in casa l’Angelico Biella.  Ancor più complesso è il discorso per la quarta piazza, dove sono tre le squadre a contendersela. Allo stato attuale la classifica avulsa premierebbe Pesaro che, tra le tre, ha anche il compito teoricamente più agevole, andando a far visita alla cenerentola Casale Monferrato.

Big-match a Bologna– Già più complicato, vista la trasferta, nonostante anche Caserta abbia poco da chiedere alla classifica, è l’impegno del Banco Sardegna Sassari che è appunto di scena al PalaMaggiò, terreno amico della squadra di Sacripanti. Come detto sopra, invece, il compito più arduo spetta alla Virtus Bologna, che riceve Cantù, nell’unico match di giornata in cui entrambe le squadre si giocano ancora qualcosa, con i virtussini che avranno un orecchio teso anche a quanto accade a Caserta. In caso di vittoria della Otto, infatti, se i bolognesi dovessero vincere avrebbero la certezza della quarta piazza, in virtù di un quoziente canestri complessivamente migliore rispetto a Pesaro e di due punti di vantaggio su Sassari .E’ già sicura, invece, qualunque cosa accada, della settima piazza l’Umana Venezia, che chiude la stagione regolare ricevendo Avellino.  Anche nel caso in cui la squadra di Mazzon dovesse perdere e la Cimberio  battere Teramo in casa, arrivando appaiate a quota 34 i veneziani sarebbero in vantaggio negli scontri diretti.  Chiude il programma il match tra Cremona e  Treviso, nell’ultima partita della gestione-Benetton, sperando che a ciò non si associ anche la definitiva scomparsa della gloriosa società trevigiana. Riposa l’Acea Roma.

Donatello Viggiano