Ex poliziotto uccide la convivente

L’omicidio al culmine di un litigio – Una donna di 35 anni è stata trovata morta nell’appartamento di Villaricca, frazione in provincia di Napoli, distesa in terra in una pozza di sangue. Il suo corpo presentava moltissime ferite inferte con un corpo contundente, secondo quanto ipotizzato in un primo momento. A chiamare le forze dell’ordine il cognato della donna.

Fermato il convivente – Poco dopo il ritrovamento del corpo la polizia ha fermato il convivente della vittima Michele Perrotta, 58 anni, poliziotto in pensione, che è stato a lungo sottoposto a interrogatorio finché non ha confessato di essere stato lui a uccidere la sua convivente. Secondo quanto dichiarato dall’uomo tra i due è scoppiata una lite per futili motivi e lui per la rabbia ha spinto in terra Alessandra Cubeddo e le ha sbattuto la testa ripetutamente sul pavimento della sala da pranzo.

E’ scappato – Poi, probabilmente in preda al panico, ha chiamato il fratello ed è scappato. La posizione dell’uomo è ancora al vaglio degli inquirenti, anche perché la sua confessione è molto confusa in alcuni punti perciò il pm ha espresso la necessità di valutare più approfonditamente la deposizione. La coppia aveva una bambina di 6 anni che si trovava a scuola al momento dell’omicidio.

Marta Lock