Berlusconi: I risultati elettorali? Al di sopra delle mie aspettative

Neanche i magrissimi consensi elettorali incassati ieri dal suo partito in molte città importanti sono riusciti a “guastare” il proverbiale buon umore di Silvio Berlusconi. Almeno apparentemente. L’ex premier, in trasferta a Mosca per la cerimonia di giuramento dell’amico Putin (“Ero seduto nei banchi d’onore, giusto dietro i parenti”, si è vantato il Cavaliere), non ha potuto sottrarsi alle domande sulle elezioni amministrative delle quali ha fornito – a sorpresa – un’analisi tutt’altro che “grigia”.

Il bicchiere mezzo pieno di Silvio – “I risultati sono al di sopra delle mie aspettative. Abbiamo avuto quattro, cinque città al primo turno, come il Pd, e siamo in ballottaggio in altre 13″. Da inguaribile ottimista qual è, l’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, non ha potuto  non rintracciare nei numeri registrati ieri nei seggi elettorali italiani (unanimemente considerati “fallimentari” per il Pdl) un barlume di speranza a cui potersi aggrappare. A differenza del segretario Angelino Alfano che, pur rinnegando la tesi catastrofista caldeggiata dagli analisti più severi, ha però ammesso la sostanziale “sconfitta”: “Non sono di questo avviso – ha corretto da Mosca Berlusconi – Ora che c’è il festival dell’antipolitica pensavo ci fosse un’affluenza più bassa e più penalizzante per noi”.

Vincere con i moderati – Di più: l’ex premier sembra aver tratto nuovi “stimoli” dall’ultima tornata elettorale, tanto da voler rinnovare l’invito a unire tutte le forze moderate del paese. “Serve una grande confederazione di tutti i moderati – ha spiegato – di tutti quelli che non si riconoscono nella sinistra. Se restiamo tutti uniti possiamo anche vincere le prossime elezioni politiche”.

Maria Saporito