John Travolta e lo scandalo omosex con il massaggiatore

 John Travolta, massaggiatore– L’attore indimenticato di Grease, John Travolta, è stato denunciato da un massaggiatore per molestie sessuali. La molestia sarebbe stata subita lo scorso gennaio in un hotel di Beverly Hills da John Doe (nome fittizio consentito legalmente in California per proteggere la persona abusata), massaggiatore esclusivo da 200 euro l’ora; quest’ultimo ha dichiarato di essere stato contattato da un assistente dell’attore, poi prelevato sul luogo dell’appuntamento da un Suv nero con preservativi usati in bella vista sul cruscotto e portato al cospetto di Travolta in hotel. Doe ha raccontato piccanti particolari del suo incontro con John Travolta: l’attore si sarebbe tolto l’asciugamano che gli copriva le parti intime per avvicinarsi e palpeggiargli i genitali, alludendo alla pratica dei favori sessuali tanto diffusa ad Hollywood. Il rifiuto del massaggiatore avrebbe scatenato l’ira di Travolta, che, secondo il resoconto del querelante, avrebbe cominciato ad innervosirsi e ad offenderlo senza mezzi termini.

Accusa– Il massaggiatore ha chiesto ben 2 milioni di dollari di risarcimento. Per i legali di John Travolta si tratta di accuse totalmente infondate: “Questa causa è finzione completa – dice il portavoce di Travolta – nulla di quanto dichiarato dall’accusatore è realmente avvenuto e possiamo dimostrare che l’attore il 16 gennaio si trovava sulla costa est degli Stati Uniti, e non a Los Angeles”. Ennesimo approfittatore in cerca di soldi o uno dei tanti casi di favoritismo sessuale, a detta di molti in voga nei set cinematografici e tra le celebrità?

Rosaria Cucinella