Volo in Diretta: con Fabio Volo e Paolo Villaggio rivive il mito di Fantozzi

Volo in Diretta: Fabio Volo, Fantozzi, Paolo Villaggio. Sbeffeggiato, maltrattato, insultato, deriso. Il ragionier Ugo Fantozzi per anni ha incarnato il simbolo del dipendente succube e sottomesso. Sono passati più di vent’anni da quei film diventati ormai un cult nella cinematografia italiana, eppure la situazione dei lavoratori sembra addirittura peggiorata. Almeno Fantozzi una casa la possedeva, una famiglia era riuscito a crearsela. Così Fabio Volo parla di lavoro con Paolo Villaggio, l’attore che per decenni ha prestato il volto allo sfortunatissmo ragioniere. Ne emerge un ritratto tragicomico degli italiani che risulta ancora di grande attualità.

La festa dell’Europa. Ma al Volo in Diretta lo sguardo si rivolge anche all’Europa visto che proprio in questi giorni si celebra l’anniversario dell’Unione Europea. Per questo motivo Fabio Volo – il conduttore del programma in onda ogni martedì, mercoledì e giovedì in seconda serata su rai Tre –  è volato a Berlino per incontrare e intervistare  Martin Schultz, il presidente del Parlamento Europeo. Una chiacchierata per discutere sui pregi e i difetti del vecchio continente e dei suoi abitanti, della crisi e delle prospettive ma anche della più recente attualità che ha visto Francia e Grecia essere impegnate in elezioni che hanno portato notevoli cambiamenti ai vertici politici dei paesi.

C. M.