Suicida Maurizio Cevenini, il “sindaco dello stadio” di Bologna

Suicida Maurizio Cevenini. Si è buttato dal palazzo della regione in via Moro, alla periferia di Bologna, suicidandosi, Maurizio Cevenini, ex candidato sindaco di Bologna per il Partito Democratico. Il tragico episodio sarebbe avvenuto poco prima delle otto di questa mattina. Cevenini aveva 58 anni ed era uno dei volti più noti della città, non solo politicamente; era infatti un grande tifoso del Bologna, per questo veniva chiamato il “Sindaco dello stadio”. Non sono ancora noti i motivi del gesto.

L’anno scorso Cevenini si era candidato nelle liste del PD alla corsa per diventare primo cittadino,ma a causa di un ictus fu costretto a ritirare la sua candidatura.  Dal 2004 al 2009 è stato presidente del consiglio della provincia di Bologna,  dal 2009 a febbraio 2010  presidente del consiglio provinciale. Nell’aprile dello stesso anno diventa consigliere regionale. Da maggio dell’anno scorso ricopriva l’incarico di  consigliere comunale a Bologna.

A.S.