Esodati, decreto pronto: 2 anni di copertura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:49

Il ministro Elsa Fornero ha incontrato i sindacati per comunicare le decisioni prese in merito alla spinosa questione degli esodati, le 65 mila persone espulse dal mercato del lavoro che causa riforma delle pensioni ne sarebbero state tagliate fuori. Le parole del ministro del Welfare sono tutt’altro che rincuoranti: “Mi prendo tutta l’impopolarità di un provvedimento impopolare” ha dichiarato. I sindacati in uscita dall’incontro si sono mostrati insoddisfatti. La soluzione contenuta nel decreto è presto detta, due anni di copertura, il 2012 e 2013. I problemi potrebbero sorgere nel 2014 e secondo i sindacati non ci sono garanzie per chi non ha fatto accordi con l’azienda e non può andare in pensione con i vecchi requisiti entro il 2013.

La questione sugli esodati appare ancora da sbrogliare e la Fornero è stata molto netta: “Il vincolo risorse non può essere messo in discussione, per quelli che sono fuori dal decreto si vedrà”. La leader Cgil Camusso ha commentato per prima la soluzione scelta: “Il decreto non va bene, va cambiato perchè non dà garanzie a tutti i lavoratori”. “Il governo deve trovare i soldi, la mobilitazione continua”. Anche il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, ha detto: “ad oggi non siamo soddisfatti”“le risorse non bastano per tutti”.

Irene Fini