Il Pdl punta sul web: spera nell’effetto Obama?

Le politiche del 2013 non sono così lontane se si è alla guida di un partito in picchiata. Le ultime amministrative si sono rivelate per il Pdl un vero flop, il partito ha risentito infatti di un forte calo dei consensi che da circa il 30% è sceso al 14%, un duro colpo che il Pdl sta pensando di sanare con lo strumento, non proprio innovativo di Internet. Il web rappresenta sicuramente uno di nuovi campi di battaglia, permette una vicinanza immediata con i propri elettori e un linguaggio più informale, caratteristiche di cui i Grillini hanno per primi approfittato. Quello che sembra balenare nelle menti di Alfano e degli altri è di emulare la campagna elettorale, di grande successo, che nel 2008 ha portato Obama alla Presidenza deggli Stati Uniti.

Al servizio del Pdl un team di esperti di comunicazione web guidata da Marco “Monty” Montemagno e Marco Masieri, due nomi importanti della Rete, reporter web, creatori di diverse start up di successo, una fra tutti Blogosfere, il network di blog. Intanto che il nuovo team metterà a punto la migliore strategia andrà avanti anche il portale ufficiale Forzasilvio.it, un po’ obsoleto e soprattutto incentrato sulla sola figura di Berlusconi, su cui in effetti le scorse campagne elettorali hanno fatto perno. In attesa di vedere cosa questi grandi guru del web riusciranno a proporre sarà interessante capire se anche i partiti concorrenti inizieranno a muovere i loro passi e anche in quale direzione.

Irene Fini