Los Angeles: agenti uccidono di botte un uomo, ma non verranno processati

Los Angeles – Lo scorso luglio la polizia di Fullerton, un sobborgo di Los Angeles, ricevette una segnalazione: Un barbone girovagava fra le macchine parcheggiate in cerca di una vettura inavvertitamente lasciata aperta per trovarvi rifugi. L’agente che si reca sul luogo trova Kelly Thomas, un senzatetto di 37 anni. Senza essere sicuro che fosse lui l’uomo segnalato il poliziotto inizia a malmenarlo a manganellate senza che il barbone tenti mai di difendersi.

Il decesso – Subito dopo arrivano i rinforzi: altri 4 agenti iniziano a malmenare con calci e pugni il barbone, 8 volte con un teaser distruggendogli la faccia. Kelly è stato trovato sul marciapiede in fin di vita e morirà dopo 5 giorni.

Nessun processo- Nonostante ci sia un video che inchioda i poliziotti, il tribunale di Los Angeles non ha ancora deciso se portarli in processo, Gli avvocati della difesa ritengono infatti che Kelly non sia morto a causa del pestaggio dei 5 ma a causa di cattive cure da parte dei medici e che la reazione degli imputati sia dovuta al tentativo di resistenza dell’uomo.

Michela Santini