Roma, Federazione della Sinistra in piazza: Monti uguale a Berlusconi

Orgoglio rosso quello che sfila oggi per le vie di Roma con la manifestazione nazionale organizzata dalla Federazione della Sinistra, che riunisce Rifondazione, Pdci, Partito del Lavoro. Al corteo presenti anche alcuni esponenti di Sel, Idv e delle sinistre radicali europee: Front de Gauche, Syriza, Linke. La manifestazione è stata organizzata per protestare in difesa del’articolo 18 e delle politiche portate avanti dal governo Monti. Il tentativo sembra essere quello di riunire tutte le sigle a sinistra del Pd, cioè Sel, Idv, Verdi, che percentualmente alle ultime amministrative hanno raccolto pochi consensi. Difficile stabilire il numero di manifestanti scesi per le strade della capitale, dal Pdci fanno sapere “Siamo 40mila”.

Paolo Fornero, segretario Prc, ha spiegato: “Questa è una proposta di alleanza a Sel e Idv facciamo appello alla sinistra e al sindacato. Per fare opposizione alle politiche di questo governo ci vuole uno sciopero generale perché toccare l’articolo 18 è una vergogna, così come la questione esodati”. E sull’attentato al manager dell’Ansaldo Nucleare Adinolfi ha aggiunto: “Il clima è difficile, spero che siano solo fenomeni isolati e però dico che non si può parlare di terrorismo per ogni accadimento. Dico con forza: costruiamo insieme l’alternativa e uniti insieme nella lotta”. A prendere la parola anche il leader dei comunisti francesi Pierre Laurent, forte della vittoria alle ultime elezioni a presidente di Hollande: “Uscire da sinistra dalla crisi: il nostro tentativo è quello, in tutta Europa e spero per i compagni italiani anche qui”.

Irene Fini