Roma: tavolini sull’area del parcheggio per disabili

La catena di ristoranti Roberto Macrì, direttore commerciale di una catena di ristoranti alla quale appartiene anche il locale situato in via dei Banchi Vecchi, protagonista della diatriba, aveva scelto, pur non avendo ancora ricevuto la concessione di occupazione del suolo pubblico dal Comune, di mettere i tavolini all’esterno del proprio locale di recente apertura.

Il parcheggio per disabili – Ma il presidente del I Municipio di Roma, allertato dalle proteste dei cittadini, si è recato ieri sera di fronte al ristorante intimando ai gestori di togliere immediatamente i tavoli in quanto, oltre a non avere la regolare autorizzazione a occupare il suolo pubblico, stavano invadendo un’area destinata al parcheggio per invalidi, di cui tra l’altro era stato divelto il cartello.

La contestazione dei gestori – Macrì però si è difeso dichiarando che l’area per disabili, secondo quanto da lui appreso, era nominativa e l’intestatario era deceduto, inoltre non era contrassegnata dalla regolare segnaletica orizzontale a terra, inducendolo a pensare che qualcuno avesse istituito il parcheggio invalidi abusivamente. Alla replica, che sottolineava la mancanza di autorizzazione a mettere i tavolini sul marciapiede, ha risposto di aver rischiato la sanzione, che puntualmente è arrivata, consapevole di incorrervi, e di aver comunque già avanzato la richiesta di concessione di occupazione del suolo pubblico non ancora rilasciata. Oggi il parcheggio per disabili è stato ripristinato.

Marta Lock