Home Spettacolo

Roberto Saviano e l'”interloquire” della Lega con la mafia su Facebook

CONDIVIDI

La7, Saviano– E’ record di ascolti per il nuovo programma Quello che (non) ho di Fabio Fazio e Roberto Saviano, in diretta lunedì in prima serata su La7. Il debutto della prima puntata è stato seguito ieri sera da oltre 3 milioni di telespettatori (3.036.388), pari al 12,66% di share, che rappresenta il record assoluto di share di La7. Mentre oggi si continua a parlare di questo grande successo, lo scrittore Roberto Saviano ha ben pensato di dare un continuum a quanto detto ieri sera, puntando l’attenzione sul tema mafia-politica attraverso Facebook; in particolare è proprio sulla parola “interloquire”, già citata a Vieniviaconme e oggetto di polemica, che il coraggioso scrittore ha voluto soffermarsi.

Interloquire– Ecco il post dello scrittore su Facebook: “La parola era “interloquire”. Dicemmo che la ’ndrangheta cercava di interloquire con tutti i partiti, anche con la Lega. Si arrabbiarono tutti. Ci dissero che era inammissibile pensare una cosa del genere.” Oggi Saviano contesta la polemica di allora stando all’evidenza dei torbidi fatti della politica italiana: “Invece il tesoriere della Lega interloquiva eccome, conosceva benissimo i broker del clan De Stefano. È accusato di fare affari con loro, del resto la ’ndrangheta è uno dei migliori moltiplicatori di ricchezze in Italia. Sapeva come far fruttare i soldi della Lega.”

Verità– Nessuno sa la verità, neppure Saviano che di verità con la sua penna ha cercato di portarne tante alla luce del sole, ed è a tante ipotesi a cui alla fine si affida: “Che bello se invece di arrabbiarsi, avessero avuto voglia di interloquire con la procura antimafia. O magari nessuno nella Lega sapeva che il suo tesoriere interloquisse con la ‘ndrangheta, chissà.” Unica certezza per lo scrittore:”Interloquire, è una parola che può non piacere, ma è vera.

Rosaria Cucinella

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram