Fai minaccia Equitalia Sud

Lettere di minacce – Sono state recapitate due lettere nelle quali il Nucleo Olga della Federazione anarchica informale (Fai) avvisava che i dirigenti di Equitalia Sud sarebbero presto stati oggetto dell’attenzione del movimento. La motivazione che i firmatari della missiva hanno dato fa riferimento al fatto che “la riscossione in Italia è diventata una ruberia al popolo che sarà segnata con il marchio della vita”.

Redazioni dei giornali – La prima lettera è stata recapitata ieri pomeriggio alla redazione di Reggio Calabria della Gazzetta del Sud mentre la seconda è arrivata questa mattina a Cosenza negli uffici di Calabria Ora, entrambe sono ora in mano ai carabinieri e della Digos per avviare le indagini e gli accertamenti. Le due missive portano la sigla del Nucleo Olga che prende il nome da una militante degli anarchici greci che si trovano detenuti nel carcere di Bologna e in attesa di processo per il pacco bomba contro Silvio Berlusconi intercettato un anno fa nell’aeroporto Marconi.

Identificati i responsabili dell’attentato a Equitalia Livorno – Intanto dalle telecamere di sorveglianza sarebbero state identificate due delle otto persone responsabili dell’attacco incendiario di venerdì notte contro la sede Equitalia di Livorno. Oltre alle immagini delle telecamere gli agenti della Digos stanno esaminando anche le impronte digitali trovate sulla molotov inesplosa e sul petardo.

Marta Lock