Parma: Il sondaggio che vede il Movimento 5 Stelle battere il Pd

Qualche pidiellino deve essere saltato sulla sedia nel vedere i risultati del sondaggio commissionato dal Movimento 5 Stelle sul ballottaggio di domenica a Parma. La città già nominata dal leader del movimento Beppe Grillo la “nostra piccola Stalingrado” è oggetto del contendere dei due partiti Movimento 5 Stelle e Pd entrambi decisi a non farsi sfuggire la conquista. Per il Movimento 5 Stelle sarebbe la “ciliegina sulla torta” per una campagna elettorale e delle elezioni amministrative sopra ogni pronostico. Per il Pd perdere significherebbe frenare la festa di un secondo turno che passerà la maggioranza dei comuni al centrosinistra.

Federico Pizzarotti candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle secondo il sondaggio otterrebbe il 53% delle preferenze battendo il suo rivale Vincenzo Bernazzoli, candidato per il Pd, fermo al 47%. Parma, che viene da un commissariamento, dopo che la giunta di centrodestra era stata coinvolta in un’inchiesta per corruzione, e che si trova nel bel mezzo di un default finanziario, circa 700 milioni di debito, ha stupito molto il Pd che la vedeva, per il suo vissuto, come un’occasione sicura di vittoria. I grillini in questi giorni si sono mobilitati un po’ in tutta Italia per sostenere la “piccola Stalingrado” e fermarli in questo euforismo emiliano sembra molto difficile.

Irene Fini