Calcioscommesse, Carrobbio attacca Conte: “Lui sapeva tutto”

Calcioscommesse, Carrobbio attacca Conte. La posizione di Conte nella vicenda riguardante il calcioscommesse, sembra essersi incrinata parecchio. Stando a quanto dichiarato da Filippo Carrobio, un ex-giocatore del Siena allenato da Conte nella passata stagione, l’attuale tecnico della Juventus sarebbe venuto a conoscenza delle presunte partite combinate dalla formazione toscana. Il nome e le presunte mosse dell’ex-tecnico del Siena non erano mai venute fuori dagli interrogatori effettuati su Terzi, Ficagna e Vitello, gli altri giocatori allenati da Conte in Toscana nella passata stagione. Solo Carrobbio le ha raccontate ai Pm della giustizia ordinaria e di quella sportiva, che lo riterrebbero un testimone attendibile. Se le accuse dell’ex-giocatore del Siena dovessero venire confermate, potrebbe profilarsi per Conte un lungo stop per squalifica.

Forse implicato anche il Siena – Le partite del Siena dove vi sarebbero state delle combine sono due, ovvero Novara-Siena ed Albinoleffe-Siena dello scorso campionato. Negli stralci del lungo interrogatorio fatto a Carrobbio, si può leggere di un Conte consapevole dell’accordo con i giocatori del Novara, per pareggiare la partita, che poi sarebbe finita 2-2. Carrobbio addirittura dice che dell’accordo se ne stava parlando durante la riunione tecnica. La combine con l’Albinoleffe invece avrebbe avuto una lenta preparazione, visto che già nella gara d’andata si parlava di truccare il match di ritorno con i bergamaschi. In questa partita sembra inoltre che ci sia invischiata anche la società toscana, perché Carrobbio avrebbe detto ai giudici che della combine non ne fossero a conoscenza solo giocatori ed allenatore, ma anche alcuni dirigenti bianconeri.

Simone Lo Iacono