Montreal: quando le misure contro la crisi colpiscono l’istruzione

Montreal – Sabato di proteste a Montreal, in Québec. Un’ondata di studenti e lavoratori si sono recati in piazza per protestare contro la legge approvata venerdì dal governo. Si tratta di un intervento contro la crisi che prevede l’aumento delle tasse universitarie del 75% nei prossimi 5 anni e un inasprimento delle pene disciplinari nelle scuole secondarie.

Colpita l’istruzione – La legge è stata criticata non solo dai cittadini, ma anche da molti giuristi perché metterebbe a rischio il rispetto dei diritti fondamentali dell’individuo. Approvata in parlamento con 68 voti favorevoli e 48 contrari, sarà in vigore fino al 1° luglio 2013.

Gli arresti – La manifestazione si è conclusa con coni stradali e cartelli segnaletici dati a fuoco e barricate con materiali di ogni tipo. La polizia, dopo aver minacciato interventi disciplinari, ha arrestato almeno 30 persone.

Michela Santini