Calciomercato Juventus, Del Piero saluta: “Grazie a tutti, si volta pagina”

Calciomercato Juventus – La storia d’amore tra Del Piero e la Juventus è giunta al capolinea. Una storia bella, intensa, ricca di emozioni, contrassegnata da tanti momenti di felicità e qualche piccola, seppur cocente, delusione. Una storia nata il 12 settembre 1993, con l’esordio in Serie A sul campo del Foggia, e chiusa definitivamente ieri sera, nella sfortunata finale di Coppa Italia contro il Napoli. Una storia caratterizzata da numeri incredibili, dalle 705 presenze con la casacca dei suoi sogni (record assoluto) alle 289 reti complessive (altro primato), con ben 18 trofei alzati al cielo (qualcuno direbbe 16, ma in questo momento conta poco). I numeri, però, non raccontano tutto. Oltre ai numeri c’è qualcosa in più, quel qualcosa che soltanto il cuore riesce a decifrare: le grandi emozioni vissute in 19 anni.

Anno incredibile – Ieri, sul prato dell’Olimpico di Roma, Alex ha salutato per l’ultima volta il popolo bianconero. In futuro spera di ritrovarlo, magari nelle vesti di dirigente, ma per adesso i suoi progetti sono altri. Il suo desiderio di giocare non si è ancora esaurito, il calcio (giocato) sarà la sua vita ancora per qualche anno. Chiudere con l’ennesimo trofeo sarebbe stato perfetto, ma Del Piero, memore dell’affetto riservatogli dallo Juventus Stadium una settimana fa, non ne fa un dramma: “E’ stato un anno incredibile e in queste ultime settimane si sono mischiate una marea di emozioni. C’è rammarico per la finale persa, ma questa squadra ha comunque disputato una stagione eccezionale. E’ mancata la ciliegina sulla torta, ma la torta l’abbiamo mangiata lo stesso”.

Grazie a tutti – Una torta un po’ diversa dalle altre, da capitano non giocatore, costretto a una stagione da comprimario. Le sue soddisfazioni, comunque, il capitano se l’è tolte eccome: anche ieri, nonostante la sconfitta, il popolo juventino gli ha dedicato un lungo applauso. Del resto, al cuore non si comanda: “Ringrazio tutti per quanto successo quest’anno e in tutta la mia carriera. Quando sono uscito dal campo ero dispiaciuto perché stavamo perdendo, ma sono stato orgoglioso dell’affetto che mi è stato ancora una volta dimostrato. Cosa farò? Ora andrò in vacanza e poi si volterà pagina”. Di appendere gli scarpini al chiodo, insomma, Alex non ha alcuna voglia. I tifosi bianconeri saranno costretti a vederlo giocare con un’altra maglia: per loro sarà un duro colpo, ma siamo certi che, anche a distanza, continueranno a fare il tifo per il loro capitano.

Pier Francesco Caracciolo