“Dracula 3D” e il flop a Cannes 2012

Dracula 3D, Dario Argento– Ultima fatica del maestro dell’horror Dario Argento, “Dracula 3D” non convince a Cannes 2012. Proiettato nella mezzanotte del quarto giorno di Festival e presentato fuori concorso, il film ha riscosso pochi applausi e addirittura qualche risata: a non essere piaciuto ai giornalisti sembrano essere stati gli esilaranti effetti speciali utilizzati in alcune scene. E’ proprio di questi effetti che il regista Dario Argento si è dichiarato più fiero: “Questa tecnologia ti dà tutta una prospettiva diversa, una diversa profondità che ha la sua efficacia, modernizza il tutto”; ed è così che nel suo lungometraggio Dracula si trasforma prima in gufo, poi in lupo ed infine in uno sciame di mosche, senza dimenticare un po’ di sano splatter, sangue, teste mozzate, brandelli di carne.

Critiche– Dario Argento ha dimostrato di non temere le critiche e ha spiegato le intenzioni alla base di questa rivisitazione, già messa in cantiere nel 2010: “Il mio è un Dracula feroce, non quello giovanile di Twilight”– ha puntualizzato il regista. La scelta di rivisitare il personaggio di Dracula in chiave classica, abbandonando i sentimentalismi per ritornare al vampiro cattivo dei vecchi tempi, si è poi legata alla messa in scena di conturbanti scene di nudo, nelle quali la bella Asia Argento, che interpreta la vampira Lucy, si preoccupa di risvegliare la sessualità del Conte. Il regista Dario Argento ha commentato: “E’ erotico questo film? Non so dirlo, ma è sicuramente sensuale e feroce“.

Rosaria Cucinella