Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Terremoto in Emilia Romagna: Consiglio dei ministri dichiarerà lo stato di emergenza

CONDIVIDI

170 scosse – E’ salito a 170 il numero delle scosse di assestamento che si sono susseguite da ieri e che continuano a terrorizzare la popolazione già provata dalle difficoltà e dal dolore di aver visto crollare le proprie abitazioni e con loro i ricordi di un’intera vita. Moltissime le case dichiarate non agibili che hanno costretto la gente ad affollarsi nei centri di accoglienza, o a dormire all’interno delle proprie automobili.

Distrutto patrimonio storico – La fortissima scossa di intensità 6.0 della scala Richter, di sabato notte, aveva già provocato dei crolli parziali agli edifici più antichi di Sant’Agostino, San Felice, Mirandola e Finale Emilia, distruggendo così il patrimonio culturale e storico di quelle cittadine, ma le scosse di assestamento seguite per tutta la giornata di domenica e nella notte tra domenica e lunedì, hanno contribuito a generare crolli spaventosi soprattutto negli edifici già indeboliti e danneggiati dalla prima.

Il Consiglio dei ministri – Il Consiglio dichiarerà lo stato di emergenza per le zone colpite e il sottosegretario alla presidenza, Antonio Catricalà, riferirà in Senato. Catricalà, al termine del vertice con la Protezione civile e i sindaci dei Comuni colpiti, ha dichiarato che il premier e il Governo non intendono abbandonare le autorità locali e che sosterranno sia i Comuni che la Regione nel difficile lavoro di ricostruzione.

Marta Lock